Il Settembre Olivettiano

Dal 20 settembre al 31 ottobre 2022 a Marcianise tra Area industriale e centro urbano

un laboratorio di scrittura scenica e di produzione con mostra degli esiti in forma multimediale, una performance live, una installazione fotografica, l’apertura di uno spazio polifunzionale in fabbrica che celebra l’innovazione nella ricerca dei nuovi materiali

con il sostegno del Comune di Marcianise
in collaborazione con: Università degli Studi Vanvitelli – Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale, Università Federico II – Dipartimento di Architettura, Istituto ‘Caselli-Real Fabbrica di Capodimonte’
con il patrocinio di: Comune di Napoli e della Commissione Cultura della I Municipalità di Napoli, Unione Industriali di Napoli

IL LABORATORIO

“Olivetti. La comunità concreta”

“Olivetti. La comunità concreta” a cura di Isabella Carloni è un laboratorio di scrittura scenica attraverso i linguaggi della performance e di fabbricazione di installazioni per la scena e gli spazi pubblici per contribuire ad una drammaturgia e ad una produzione di nuovo immaginario sociale. Si parte dalla presenza olivettiana a Marcianise e dalle tracce di un’importante cultura d’impresa per raccogliere materiali più specifici da studiosi e testimoni diretti o indiretti di una presenza da riportare all’attenzione di una comunità e del suo tessuto economico e sociale.

In collaborazione con: Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria (prof. Marcello Francolini); Accademia di Belle Arti di Napoli (prof. Franca Corrado); Dipartimento Architettura e Disegno Industriale Università Vanvitelli (proff. Ornella Zerlenga e Francesca Castanò); Dipartimento Architettura Università Federico II (prof. Massimo Perriccioli, prof. Pietro Nunziante, prof. Carla Langella)

L’INSTALLAZIONE FOTOGRAFICA

Tracce olivettiane. Fabbriche contemporanee

Le fabbriche di Olivetti in Campania, colte attraverso lo sguardo e la poetica fotografica per rendere visibile la bellezza con cui l’attività produttiva ha preso forma attraverso la sua architettura e lasciato traccia di un’idea di impresa basata sul legame con la comunità e il territorio. Fotografie che fanno emergere e ‘mostrano’ il valore dei luoghi del produrre.

a cura di Francesca Castanò con Lucio Criscuolo Gino Saracino Charlotte Sørensen

LA MOSTRA MULTIMEDIALE

DI MATERIA IN MATERIA: le storie della comunità concreta

una selezione dei materiali, dei documenti e delle produzioni che saranno condivise e realizzate durante il laboratorio. La mostra vuole essere un modo per trasformare la conoscenza e le storie personali legate alle attività produttive del territorio e alla presenza della Olivetti a Marcianise in racconti da condividere con un pubblico più esteso per ricostruire una memoria collettiva relativa all’identità produttiva del territorio marcianisano.

a cura di Carla Langella

PERFORMANCE LIVE

Olivetti e la Comunità concreta

un’azione scenica che introduce e fa vivere il pensiero e la filosofia imprenditoriale di Adriano Olivetti e intreccia dati e testimonianze locali con domande sempre aperte relative al rapporto tra impresa e territorio

di e con Isabella Carloni

INAUGURAZIONE  SPAZIO OPERA

_area industriale_ spazi di F2Lab e area polifunzionale di Airpol Italia_

la ricerca artistica di Maurizio Elettrico con la sua saga ‘Lo scoiattolo e il Graal’ rilegge il rapporto tra Uomo e Natura utilizzando e interpretando il materiale opera, prodotto da Airpol e parte di una filiera di recupero e riciclo che fa delle opere realizzate il veicolo di un discorso che unisce etica e estetica e introduce alla sostenibilità di un mondo produttivo che celebra la spinta alla circolarità e alla ibridazione. L’interesse per queste opere è testimonianza della attualità della filosofia olivettiana e apre alla relazione tra Arte e Impresa.

di Maurizio Elettrico

Il collettivo damp nasce come progetto non intenzionale nel 2017 dall’incontro di Alessandro Armento, Luisa de Donato, Viviana Marchiò, Adriano Ponte. La ricerca del gruppo ruota attorno all’interesse per la natura temporanea delle cose – dalle forme di vita alle idee – e al dialogo con le specificità dei luoghi, che lo porta spesso a lavorare in contesti di residenza artistica: The State of the City, Rotterdam, 2020; Fabra i Coats – Fabrica de Creació de Barcelona, 2022; Kóinotes, Casa degli Artisti, Milano, 2023. Nel 2023 il collettivo ha dato avvio a Negozio, un’opera artistica in forma di project space, in cui si propone di dedicare, all’interno dell’area mercatale di Portici (NA), uno spazio per l’inutile.

I numeri

01

Opera – manifesto

03

Siti di esposizione

05

Minuti di attesa

02

mq di memory foam